Questo sito utilizza i cookies, navigandolo accetti la relativa policy descritta nella pagina Privacy e cookies
il tuo carrello
il tuo carrello
Home
Page
Il numero
in edicola
Come
abbonarsi
Accade in
Conservatorio
Numeri
arretrati
Archivio
dal 1995
Offerte
commerciali
Pagine
Musica
Pubblicità
su Suonare.it
Seicorde,
solo chitarra
Contatta
la redazione
I sondaggi
di Suonare
Dati e
numeri


Fai di Suonare.it
la tua pagina iniziale!








Suonare News aprile 2019 Editoriale
 

Un premio alla Scala per Antonio Mormone
di Filippo Michelangeli

Debutta a Milano un concorso per pianisti e violinisti dedicato alla memoria del fondatore della Società dei Concerti di Milano. Avrà come obiettivo individuare e lanciare sulle scene un giovane talento musicale. Al timone dell’iniziativa, Enrica Ciccarelli Mormone


A quasi due anni dalla sua scomparsa, torno volentieri a parlare di Antonio Mormone (Napoli, 14 giugno 1930 – Cernobbio, 23 agosto 2017), l’indimenticabile fondatore e animatore per 35 anni della Società dei Concerti di Milano.
L’occasione, bella come il sole di primavera, è la notizia appena diffusa dell’istituzione del Premio Mormone, un concorso per giovani pianisti e violinisti, a lui dedicato. A promuoverlo è stata la sua stessa creatura, la Società dei Concerti oggi nelle mani della vedova, Enrica Ciccarelli Mormone, che con un gesto audace – di questi tempi oserei dire temerario – ha deciso di lanciare il cuore oltre l’ostacolo e promuovere un premio dedicato ai giovani musicisti nel nome di un uomo che proprio di quei giovani è stato infallibile alleato e riconoscitore del loro talento.
Il premio, a cadenza quadriennale, alternerà il pianoforte al violino e si svolgerà a Milano. Sarà articolato in tre fasi: una prima selezione attraverso l’invio di un video che verrà valutato da una prima giuria che sceglierà dieci concorrenti. Costoro verranno invitati a suonare in concerti pubblici e la seconda giuria, a loro insaputa, li ascolterà e valuterà le loro performance dal vivo. I tre finalisti dovranno invece confrontarsi in modo più tradizionale in due prove, solistiche e da camera, il 2 e il 3 luglio 2020, presso la Sala Verdi del Conservatorio, la “casa” dove Mormone per tutta la vita ha promosso la sua celebre stagione. La “finalissima” con orchestra si terrà invece il 5 luglio al Teatro alla Scala.
In palio, un ricco premio di 30mila euro, un anno di rappresentanza artistica che favorirà il lancio del vincitore, concerti in stagioni prestigiose e la registrazione di un cd.
In questa meravigliosa avventura Enrica Ciccarelli è riuscita ad allineare tutti i pianeti. Al Premio Mormone, infatti, hanno offerto il loro patrocinio e collaborazione il Comune di Milano, la Regione Lombardia, il Teatro alla Scala, il Conservatorio “Verdi”, sponsor tecnici Yamaha e Bechstein. La presidenza onoraria è stata conferita al sommo pianista russo Evgeny Kissin, da sempre sincero amico di Mormone, mentre la direzione artistica è nelle mani sicure di Enrica Ciccarelli, coadiuvata da Matthieu Mantanus.
Non posso non rivolgere un gesto di gratitudine per Antonio Mormone. Quando, 25 anni fa, al sottoscritto venne l’idea di fondare il giornale che avete in mano, egli fu uno dei primi ad incoraggiarmi e a sostenermi. Non ero nessuno, ma questo per lui non ha mai rappresentato un problema. Non ti chiedeva chi eri, ma dove volessi andare. Ad ogni anniversario di Suonare news, il 100°, 150°, 200° numero, ha sempre messo a disposizione il suo pubblico per festeggiare un giornale verso il quale aveva stima e simpatia. Non ho scritto a caso il “suo” pubblico. Mormone non fu solo impareggiabile scopritore di talenti e organizzatore di grande qualità. Egli era riuscito a creare una grande community di appassionati che di lui si fidavano e che lo avrebbero seguito in capo al mondo. Sono certo che sapranno seguirlo anche in questo nuovo progetto che non lo vedrà più protagonista sulle scene, ma come angelo custode.

 

 

Copyright © Michelangeli Editore - Tutti i diritti riservati. - hosting and web editor www.promonet.it

Michelangeli Editore S.r.l. viale Lombardia, 5 - 20131 MILANO
CF e P.IVA 10700160152